martedì 17 giugno 2008

Calciatori o bambini?

Leggiamo su "La Stampa" (versione cartacea, niente link), che gli Azzurri in giornata di libertà a Vienna, ieri sono ripartiti per il ritiro dimenticandosi a terra Simone Perrotta, arrivato in ritardo all'appuntamento con l'autobus.
Fin qui niente di speciale. A chi, in comitiva, non è mai capitato di lasciare qualcuno all'autogrill?
Il bello viene dopo. Si legge infatti che Perrotta "è stato costretto a fermare un'auto della polizia e farsi accompagnare da loro al ritiro".
Ma prendere un taxi? Telefonare al dirigente accompagnatore? Chiamare qualcuno dello staff?
No, uno ferma una macchina della polizia e si fa riportare a casa. Posso farlo anch'io quando esco da lavoro?

1 commento:

TIZIANO TESCARO communicator, Montecchio Maggiore, Vicenza. ha detto...

Ciao complimenti per il tuo blog molto interessante, mi farebbe piacere avere un tuo commento
sull’ultimo mio post “Può una strategia elettorale ben studiata fare cambiare le sorti e rovesciare i
pronostici? Ho inserito anche un sondaggio. Buona giornata da Tiziano