venerdì 18 aprile 2008

Ricominciamo

Ricominciamo, ma in realtà non abbiamo mai smesso nemmeno in campagna elettorale. Stiamo parlando delle solite battute di Berlusconi,destinate a far discutere sempre e comunque.
Stavolta a fare le spese dell'umorismo del Cavaliere è stata una giornalista russa, che ha osato fare a Putin, in visita da Berlusconi in questi giorni, una domanda sulla sua presunta relazione con la ginnasta Alina Kabayeva.
Come racconta l'Unità, prima che Putin potesse rispondere, il Berlusca ha mimato una sventagliata di mitra per far tacere la giornalista "scomoda".
Peccato che sulle sventagliate di mitra sui giornalisti russi non ci sia proprio niente da ridere. Basti ricordare il caso più eclatante, quello della giornalista Anna Politkovskaia, uccisa in circostanze misteriose dopo aver pubblicato diversi articoli scomodi sulla questione cecena.
Il tutto è stato poi più o meno ricomposto, rassicurando la giornalista che si trattava solo di una gag, di cui il nostro neo Premier è maestro (a suo dire. Io lo ritengo un maestro nelle figure di merda, ma è questione di opinioni).
Quello che non si capisce è cosa spinga quest'uomo a continuare imperterrito a collezionare gaffes su gaffes, reagendo anche stizzito se qualcuno glielo fa notare.
Ci aspettano cinque anni tristissimi...

2 commenti:

Giovanni ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Giovanni ha detto...

Ecco il link corretto al Telegraph che parla della sceneggiata di Silvio: http://tinyurl.com/4ohfr9